Guida alle città Russe

Pereslavl-Zalesskij

Pereslavl-ZalesskijAndando verso nord per circa cinquanta chilometri dalla città Sergiev Posad, passando fra boschi e campi coltivati di una bellissima regione collinare, si arriva nella piccola città di Pereslavl-Zalesskij, circondata da alte cinte murarie dei monasteri, con in cima il lago Plestjevo.

La città è caratterizzata da maestosi monasteri, tre in particolare, sorti come difesa per la cittadina fra il 14° e il 16° secolo. Del Monastero Goritzki, risalente al XIV secolo, resta intatta solo la Cattedrale della Trasfigurazione di Cristo (1152-1157), enorme centro di numerosi edifici tutti connessi tra di loro con corridoi e gallerie. Vicino alla cattedrale, fu edificata la Chiesa del Metropolita Pietro (14° secolo) in omaggio al metropolita di Mosca. I robusti portoni d’ingresso che il monastero possiede, il campanile e la Cattedrale della Dormitio, con i muri all’interno finemente abbelliti con stucchi e figure angeliche o fiori, risalgono al 17° e 18° secolo, epoca in cui venne più volte ampliato e rifatto.

Non distante dal Monastero, fu edificata la piccola Chiesa della Presentazione di Cristo al Tempio (1778) che dalla collina domina tutto il panorama circostante. Il Monastero Danilov (16° secolo) deve la sua fondazione e lo sviluppo grazie alle costanti elargizioni dei principi Bariatinsky. La sua Chiesa principale, più volte risistemata, è la Cattedrale della Trinità (1532), che al suo interno mantiene vivi i dipinti del pittore Nikitin del XVII secolo. A fianco si trova la Chiesa di Tutti i Santi (1687), semplice e morbida nelle linee con le sue decorazioni e un campanile a due piani (1689).

Nel 1695 fu aggiunto il refettorio, restaurato poi molto malamente nel XIX secolo, che è l’edificio più fastoso di tutto il complesso e fonde in sé lo stile russo con gli elementi del barocco, così come la Chiesa dell’Esaltazione della Vergine. Lungo il percorso che da qui porta al monastero Nikita, nel punto in cui si dice che il principe Michail di Cernigov venne guarito da San Nikita nel 1186, sorge la Cappella della Vergine di Cernigov (1705), un gioiellino in stile barocco. Da una collina che si erige sul percorso per Jaroslavl svetta il Monastero Nikita: fondata dal monaco Nikita, fu mutata in fortezza da Ivan il Terribile nel 1561.

L’edificio di maggior importanza del monastero è la Cattedrale di San Nicola (1561-1564), con le sue cinque cupole sostenute da un alto tamburo, minuscole cappelle ai lati e 5 absidi. Un lungo edificio fu eretto verso la metà del 16° secolo con delle bellissime decorazioni sulle finestre. Da visitare il Museo di Storia e dell'Arte di Pereslav al cui interno si trovano conservate icone e oggetti sacri splendidi, in aggiunta ai magnifici doni dei regnanti di Russia.

Articoli più letti

Voli economici per la Russia seleziona il tuo aeroporto di partenza dall'Italia o dall'estero e scegli tra decine di compagnie, tra cui Ryanair, Easyjet e tante altre e vola con prezzi super convenienti. Risparmia fino al 50%...